Podcast storici

Quali sono stati i discorsi più famosi delle donne?

Quali sono stati i discorsi più famosi delle donne?

Ci sono stati così tanti discorsi famosi di donne che hanno avuto un impatto sul mondo, che è difficile individuarne alcuni. Ecco alcuni esempi di discorsi eccellenti di donne che hanno fatto riflettere le persone.

"Non sono una donna?"

Sojourner Truth, una schiava nata, tenne questo discorso nel 1851 alla Convention delle donne di Akron, Ohio. All'epoca il discorso era stato pubblicato su due giornali, ma è diventato uno dei discorsi più famosi di una donna. Sojourner era un oratore molto attivo contro la schiavitù ai suoi tempi e ha aperto la strada a schiavi e donne in America.

"Le nostre ragazze"

Negli anni '70 del XIX secolo, il discorso di "Our Girls" di Elizabeth Cady Stanton veniva ascoltato spesso dalle ragazze di tutti gli Stati Uniti e ispirava le ragazze a ricevere un'educazione all'autosviluppo e alla capacità di guadagnare un reddito, se necessario. Entrambe le sue figlie andarono al college, cosa che all'epoca non era comune.

"È un crimine votare per un cittadino degli Stati Uniti?"

Susan B. Anthony ha pronunciato questo discorso dopo essere stato arrestato per aver votato illegalmente durante le elezioni presidenziali. Alle donne non fu permesso di votare nel 1872 e fu multata per $ 100 per averlo fatto, che si rifiutò di pagare.

Il discorso "Iron Lady"

Il primo ministro britannico Margaret Thatcher ha pronunciato il suo discorso "Iron Lady" durante la guerra fredda. Questo discorso sulla politica estera britannica ha scatenato il soprannome che ha portato per il resto della sua carriera. Faceva spesso battute a riguardo in altri discorsi.

Indirizzo alle truppe di Tilbury

Mentre gli inglesi stavano aspettando l'armata spagnola a Tilbury nel 1588, Elisabetta si rivolse loro in un potente discorso per motivare e ispirare il coraggio. Disse loro che era una donna debole, ma aveva il cuore di un re e sarebbe stata lei stessa il loro generale.

"10 comandamenti sul Vietnam"

In questo discorso, Coretta Scott King ha continuato l'eredità di suo marito Martin Luther King, Jr., che era molto contrario alla guerra.