Popoli e nazioni

Frank Paul Jones: Stalking Janet Jackson e Bush 41

Frank Paul Jones: Stalking Janet Jackson e Bush 41

Il seguente articolo su Frank Paul Jones è un estratto di Hunting the President di Mel Ayton: minacce, trame e tentativi di assassinio: da FDR a Obama.


Nel 1992, Frank Paul Jones, un uomo di trentatré anni che soffriva di un disturbo bipolare, era diventato ossessionato dalla sorella del cantante Michael Jackson, Janet Jackson, e credeva che fosse sposato con lei. Jones, che affermava in modo bizzarro di essere il figlio del boss mafioso della mafia John Gotti, disse che aveva diritto a metà del patrimonio di Michael e che avrebbe ucciso il cantante. Ma la minaccia era apparentemente uno stratagemma per attirare l'attenzione di Janet Jackson. Jones aveva anche una storia di minacce di uccidere il presidente ed era stato arrestato numerose volte fuori dalla Casa Bianca.

Jones scrisse dozzine di lettere minatorie a, tra gli altri, la sua estranea moglie e cantante Michael Jackson. Quando non vi fu risposta alle sue lettere di Jackson, minacciò di uccidere il presidente George H.W. Cespuglio. In una lettera del 18 maggio al Nuovo York Quotidiano notizia, scrisse: “Oggi ho deciso di andare all'FBI, se non funziona andrò alla CIA, l'intelligence militare fino al Presidente degli Stati Uniti d'America e se la catena di comando non funziona lavoro, farò ricorso alla violenza, per attirare l'attenzione sul mio problema. Se necessario, commetterò un omicidio di massa in un concerto di Michael Jackson, nel tentativo di uccidere Michael, e poi dovrai affrontare il mio problema sotto gli occhi del pubblico. "

In un'altra lettera, datata 21 maggio 1992 e inviata al servizio segreto degli Stati Uniti, tra gli altri, Jones scrisse: “A tutte le parti interessate, spero che tu riceva questa lettera in buona salute e di buon umore. L'ho deciso perché nessuno mi sta prendendo sul serio e non riesco a gestire il mio stato d'animo che andrò a Washington DC per minacciare di uccidere il presidente degli Stati Uniti, George Bush. Se non mi arrestano o non risolvono il mio problema, cercherò di uccidere il presidente George Bush ... Ti sfido a definirlo un bluff. ”Il Servizio Segreto e l'FBI indagarono sulle minacce di Jones. Secondo il dossier dell'FBI, Jones “fu arrestato dal Servizio Segreto degli Stati Uniti il ​​22 maggio 1992 mentre tentava di raggiungere i terreni della Casa Bianca. Apparentemente, questo era uno stratagemma di Jones per attirare l'attenzione sul suo "problema" con Michael Jackson. "Jones non è stato perseguito ed è stato rilasciato anche se un agente dell'FBI, in una dichiarazione giurata, ha detto

Jones gli aveva detto di aver "tentato di uccidere il presidente".

Frank Paul Jones fu arrestato il 22 giugno 1992, per aver violato il vialetto del complesso della famiglia Jackson a Encino, in California. Nel 1992, fu inizialmente giudicato incompetente per essere processato, ma dopo il trattamento presso un istituto federale per le correzioni nella Carolina del Nord, i medici decisero che era idoneo a essere processato. Nel 1993, è stato condannato a due anni di prigione per "aver inviato una comunicazione minacciosa", ma nessuna accusa è stata fatta in relazione alle minacce contro il presidente Bush.



Guarda il video: John F. Kennedy assassination conspiracy theories. Wikipedia audio article (Gennaio 2022).