Podcast di storia

Contiene fotografie della stazione ferroviaria Decateur - Storia

Contiene fotografie della stazione ferroviaria Decateur - Storia



Decauter


Ferrovia

Quando la Millikin University aprì per la prima volta le sue porte agli studenti nel 1903, il nuovissimo campus aveva due diverse linee ferroviarie che contribuirono a formare i suoi confini orientali e meridionali. All'estremità orientale del campus, tagliando diagonalmente attraverso l'angolo sud-est c'erano i binari della Wabash Railroad e al centro di West Main St., il confine meridionale e "fronte" del campus, c'erano binari e cavi elettrici per la ferrovia Decatur & Light tram che presto si collegherà con il "Interurbano" o Illinois Traction System che in seguito sarebbe stato chiamato Illinois Terminal Company.

La stretta vicinanza delle ferrovie al campus e Decatur essendo un importante snodo ferroviario in generale, ha significato che la Millikin University e le ferrovie avrebbero avuto relazioni lunghe e interessanti nei prossimi anni. Questa mostra racconta la storia di quelle relazioni, utilizzando i materiali degli archivi della Millikin University e delle collezioni speciali.

Questa mappa mostra le ferrovie che attraversavano il Millikin Univeristy Campus (verde). Il rosso mostra i binari della Wabash Railroad e il blu mostra i binari del tram Decatur Railway & Light utilizzati anche dall'"Interurbano" (le frecce blu indicano i "binari di diamante" che sono stati utilizzati come fermate dell'Illinois Traction System.

[I colori sono stati aggiunti per migliorare la mappa per questa mostra - Mappa per gentile concessione di Dale Jenkins]


Note storiche del Kansas - Agosto 1946

Gli elettori di Lawrence il 2 aprile 1946, approvarono un'emissione obbligazionaria di $ 325.000 per un nuovo edificio cittadino che fornirà alloggi per la Douglas County Historical Society, nonché per le organizzazioni di veterani e per i dipartimenti dei vigili del fuoco e di polizia. I promotori del progetto hanno sottolineato che la nuova struttura darà spazio a un museo per conservare oggetti di valore storico ora sparsi per la città.

Una descrizione della vecchia Shawnee Friends Mission è stata data dal Dr. Charles Loomis in una riunione della Shawnee Mission Indian Historical Society a Merriam, il 22 aprile 1946. La missione era situata su una proprietà a lungo di proprietà della famiglia Loomis e il sito si trova nel presente comunità Merriam. Loomis ha anche menzionato la città di Gum Springs, ora Shawnee. Il nome attuale di quest'ultima città deriva dalla tribù indiana. La signora Pauline Van Hercke e altri hanno parlato delle chiese e delle scuole cattoliche del comune di Shawnee all'incontro della società tenutosi a Shawnee il 25 marzo.

Il cancelliere Deane W. Malott dell'Università del Kansas ha parlato a una cena della William Allen White Foundation a New York City, 24 aprile 1946. Il cancelliere Malott ha affermato che la fondazione era progettata per fornire "materiale didattico realistico" per la scuola di giornalismo e informazione pubblica a l'Università del Kansas. Il generale Dwight D. Eisenhower è stato ospite d'onore alla cena. Altri oratori hanno incluso il senatore Arthur Capper Frank E. Tripp, direttore generale di Gannett, i giornali AD Willard, Jr., vicepresidente esecutivo della National Association of Broadcasters, e Francis Hannon, vicepresidente della Motion Picture Producers'Association .

La Ness County Historical Society sta progettando di erigere cartelli in memoria del Dr. George Washington Carver, uno sul quarto di terreno a sud di Beeler che il famoso scienziato negro fece costruire alla fine degli anni 1880 e l'altro sul vicino K-96 autostrada. Il dottor Carver è stato per anni capo della ricerca agricola al Tuskegee Institute.

I passi preliminari per l'organizzazione della Decatur County Historical Society furono presi in una riunione a Oberlin, il 22 maggio 1946. Gli ufficiali temporanei scelti furono: HQ Banta, presidente ER Woodward, vicepresidente Ben Miller, segretario e Dr. AJ Thomsen, tesoriere. Gli ufficiali temporanei prevedono di convocare una riunione a livello di contea per completare un'organizzazione permanente.

Il 100° anniversario dell'arrivo dello sfortunato Donner

358 KANSAS STORICO TRIMESTRALE

La festa ad Alcove Springs nell'attuale contea di Marshall e la morte della signora Sarah Keyes fu osservata dal Marysville D. A. R. il 26 maggio 1946, con servizi commemorativi presso lo storico campeggio sulla vecchia strada California-Oregon sette miglia a sud dell'attuale Marysville. Nel 1941 il legislatore statale del Kansas ha commemorato il National Parks Board per fare un monumento nazionale o un santuario storico dell'area di Alcove Springs, ma finora non è stata intrapresa alcuna azione.

Un cartello nel sito di Lamb's Point, mezzo miglio a est di Detroit, contea di Dickinson, fu dedicato il 14 giugno 1946, con Charles M. Harger di Abilene, ex presidente della Kansas Historical Society, che tenne il discorso dedicatorio. Lamb's Point, che prende il nome da William Lamb, fu la sede del governo della contea per un certo periodo alla fine degli anni 1850 e fu un punto di sosta sulle prime linee della tappa. Il memoriale è stato eretto dalla Dickinson County Historical Society e dai membri della famiglia Lamb.

I cittadini che risiedono nella contea di Riley da 50 o più anni sono stati onorati in una cena e un programma sponsorizzati dalla Riley County Historical Association a Manhattan il 16 giugno 1946. L'oratore in primo piano, Alvin Springer, avvocato di Manhattan, ha discusso dei primi giorni in Kansas. Walter E. McKeen è presidente dell'associazione.

Ex studenti della vecchia Garfield University, 1887-1890, il predecessore dell'attuale Friends University, di Wichita, il 18 giugno 1946 all'università svelò una tavoletta di bronzo per commemorare la fondazione della Garfield University. Una lastra di bronzo è stata fissata alla porta di una stanza che doveva servire da sala commemorativa di Garfield.

Le storie delle chiese cattoliche e delle organizzazioni patriottiche della contea di Crawford e la storia del viaggio di Washington Irving attraverso la contea sono stati i punti salienti dell'incontro estivo della Crawford County Historical Society a Pittsburg, il 20 giugno 1946. Il dott. OP Dellinger è presidente della società e la signora CM Paris è segretaria.

La signorina Stella B. Haines, presidente dell'Augusta Historical Society, ha annunciato che il museo della società sarà aperto al pubblico ogni domenica pomeriggio durante l'estate. Sono in vendita le nuove cartoline postali del museo.

La Dodge City Historical Society ha un contratto per l'acquisto di vetrine per i suoi oggetti museali. Saranno collocati in un edificio della Southwest Fair fino a quando non sarà disponibile uno spazio permanente nel nuovo auditorium comunale.

KANSAS NOTE STORICHE 359

Si stanno facendo piani per organizzare una società storica della contea di Shawnee. Paul B. Sweet, di Topeka, è tesoriere temporaneo.

Più di 100 articoli dal museo dell'Università di Wichita sono stati prestati al Museo storico pubblico di Wichita per essere esposti al forum. Alcuni dei pezzi più grandi sono un giogo di bue, una ruota per fissare la lana in trefoli, una culla per tagliare il grano e un telaio a pedali. Gli orari del museo sono dalle 13:30 alle 16:30. m., dal martedì al sabato. La signora Frank Slay è curatrice.

Vedute aeree di quartieri degli affari e siti industriali in 16 città del Kansas sono incluse in un volume illustrato di 220 pagine, Proprietà industriali del Kansas, rilasciato di recente dalla Union Pacific Railroad Company. Il libro presenta immagini di edifici e mappe di sezioni industriali, insieme a dati su area e popolazione, principali attività industriali, lavoro, clima, ferrovie, energia industriale, acqua e gas, istituzioni finanziarie e risorse naturali. Vengono discusse anche le attività industriali generali dello stato, le potenziali risorse e i trasporti. Le città del Kansas descritte nel volume sono: Kansas City, Elwood, Leavenworth, Lawrence, Topeka, Manhattan, Marysville, Junction City, Clay Center, Concordia, Abilene, Salina, McPherson, Russell, Hays ed Ellis.

Il nuovo libro di 136 pagine, Wichita persone, rilasciato dalla Camera di Commercio di Wichita, è un'eccellente recensione di Wichita in immagini e storia. Oltre alle sezioni dedicate alle attività dei cittadini di Wichita, ci sono trentadue pagine piene di fotografie di articoli fabbricati o prodotti nell'area metropolitana della città

Cinquant'anni di istruzione secondaria a Oxford, Kansas, è il titolo di una storia di 151 pagine della Oxford Rural High School preparata e scritta dai membri della classe di pratica dell'ufficio 1945-1946 e da E. Esther Griswold, insegnante. Il liceo è stato organizzato come un corso biennale a partire dal 1895. La scuola 1946 annuale, Oxford Wildcats, ha anche celebrato l'anniversario d'oro pubblicando schizzi storici delle squadre atletiche e immagini di squadre e classi degli anni precedenti. Sono state incluse le viste dei primi edifici scolastici.

Settantacinque anni di storia del mercato del bestiame di Kansas City è il titolo di un opuscolo di 40 pagine pubblicato dalla Kansas City Stock Yards Company. La crescita e lo sviluppo del mercato del bestiame è abbozzato in tre periodi di 25 anni ed è illustrato con disegni e fotografie delle prime strutture e fotografie degli attuali cantieri e uffici.

360 KANSAS STORICO TRIMESTRALE

Le città e le città del Kansas stanno di nuovo pubblicando cartelle o opuscoli illustrati colorati che descrivono la loro attività, la vita della comunità e il background storico. Tra le città i cui libretti sono pervenuti a questa Società ci sono Topeka, Smith Center, Lawrence e Phillipsburg.

Un libretto illustrato di 52 pagine, Ricchezza in profondità: i minerali del Kansas, è stato rilasciato dalla Commissione per lo sviluppo industriale del Kansas, Topeka. La pubblicazione presenta immagini di formazioni e prodotti minerali e mappe geologiche e di approvvigionamento idrico sotterraneo. Una cartella, Orizzonti del Kansas, è stato recentemente emanato anche dalla Commissione Sviluppo. Contiene immagini della bandiera dello stato del Kansas, fiori, uccelli e colori della casa di stato e discute il record produttivo dello stato sotto il titolo "Kansas, lo stato equilibrato".

Uccelli in Kansas è il titolo di un libro di 340 pagine pubblicato nel marzo 1946 dal Kansas State Board of Agriculture. L'autore è il dottor Arthur L. Goodrich, Jr., del dipartimento di zoologia del Kansas State College. Oltre a sei schizzi di uccelli del Kansas a colori di Margaret Whittemore, ci sono numerose altre illustrazioni. Sono inoltre presenti un elenco di nomi colloquiali e "elenchi di ricerca", che consistono in tabulazioni di uccelli del Kansas più comuni per habitat, periodo dell'anno o residenza e per i loro colori principali.

Un libro di 326 pagine, Il generale George Crook: la sua autobiografia, edito e annotato da Martin F. Schmitt, è stato pubblicato nel marzo 1946 dalla University of Oklahoma Press, Norman. Il generale Crook trascorse la sua carriera militare, eccetto i quattro anni della guerra civile, negli Stati Uniti occidentali e fu comandante generale del Dipartimento del Missouri, "il più grande e il più attivo di tutti i comandi di frontiera", alla sua morte nel 1890.

Il Social Science Research Council di New York City ha pubblicato un bollettino di 177 pagine intitolato Teoria e pratica nello studio storico: un rapporto del Comitato di storiografia. Gli argomenti includono "Motivi per una riconsiderazione della storiografia", e "Problemi di terminologia nella scrittura storica", di Charles A. Beard "Assunzioni di controllo nella pratica degli storici americani", di John Herman Randall, Jr., e George Haines, IV "Cosa hanno gli storici Detto sulle cause della guerra civile", di Howard K. Beale, e "Lista di letture selettive sulla storiografia e la filosofia della storia", di Ronald Thompson.

Storia del Kansas: un diario delle pianure centrali

L'ultima borsa di studio sulla storia del Kansas, pubblicata trimestralmente dal 1978 dalla Kansas Historical Foundation.


Perfeziona

Creatore

Soggetto

  • Edifici--Georgia--Atlanta 11
  • Chiese--Georgia--Atlanta 3
  • Abitazioni--Georgia--Atlanta 3
  • Abitazioni--Georgia--Monte di Pietra 3
  • Gallerie e musei--Georgia--Atlanta 3
  • Edifici storici--Georgia--Stone Mountain 3
  • Case--Georgia--Stone Mountain 3
  • King, Martin Luther, Jr., 1929-1968 3
  • Martin Luther King Jr. Center for Performing and Cultural Arts 3
  • New Deal, 1933-1939--Georgia 3 Vedi tutti i valori per il soggetto »

Posizione

  • Stati Uniti, Georgia, Contea di Fulton, Atlanta 24
  • Stati Uniti, Georgia, Contea di Fulton, Atlanta, Auburn Avenue 7
  • Stati Uniti, Georgia, Atlanta, Peters Street 3
  • Stati Uniti, Georgia, Contea di DeKalb, Stone Mountain 3
  • Stati Uniti, Georgia, Atlanta, Murray Hill 2
  • Stati Uniti, Georgia, Contea di Fulton, Mechanicsville 2
  • Stati Uniti, Georgia, Contea di Butts 1
  • Stati Uniti, Georgia, Contea di DeKalb, Atlanta, Kirkwood 1
  • Stati Uniti, Georgia, Contea di DeKalb, Decatur 1
  • Stati Uniti, Georgia, Contea di Fulton, Hapeville 1 Vedi tutti i valori per la posizione »

Contea della Georgia

Medio

Testo completo disponibile

Nome della raccolta

Istituto di partecipazione

Fotografie a colori del 1979 di luoghi nell'area metropolitana di Atlanta, comprese immagini della città centrale, Roswell e Stone Mountain.

Maggiori informazioni su questa collezione

medio
fotografie a colori
fotografie
opere visive


Contiene fotografie della stazione ferroviaria Decateur - Storia

CONDIVIDI QUESTA RISORSA


CONDIVIDI QUESTA RISORSA

CONDIVIDI QUESTA RISORSA

CONDIVIDI QUESTA RISORSA

CONDIVIDI QUESTA RISORSA


BIBLIOTECA DI RICERCA DIGITALE DELLA STORIA DELL'ILLINOIS®
Una risorsa della comunità Living History of Illinois e Chicago®.

PER AMORE DELLA STORIA

L a Biblioteca di ricerca digitale dell'Illinois History® è stato sviluppato per supportare il gruppo di cronologia di Facebook "Storia vivente dell'Illinois e di Chicago ®" (LHIC) come base di conoscenza e archivio per documenti, libri, documenti di ricerca e altre risorse storiche dell'Illinois.

La nostra missione è presentare, preservare e indagare la storia dell'Illinois. Utilizzata da studenti, ricercatori, educatori e dal pubblico in generale, la Digital Research Library of Illinois History® è una risorsa da non perdere.

L'ESPOSIZIONE MONDIALE DELLA COLOMBIA DEL 1893
SALA LETTURA

W hai il tuo biglietto per il Esposizione colombiana mondiale del 1893. Se ami l'Esposizione Universale di Chicago. hai trovato l'utopia!

Clicca il Biglietto per la Fiera >>>

La sala di lettura contiene libri antichi, documenti di ricerca, fotografie, elenco dei "giorni speciali" e 13 fantastici video tour 3D CAD.

T Il Journal presenta la storia dell'Illinois in un formato più amichevole rispetto a quello di Facebook, con migliori funzioni di ricerca e immagini incorporate. Essendo l'iscrizione gratuita, chiunque può aggiungere i propri commenti ai post nel Journal.

Il Journal ha raggiunto oltre 3.420.000 lettori dall'11/2016 e continuiamo a crescere!

ASCOLTA UN AUDIO
REGISTRAZIONE DELLA STORIA
Per giocare, fai clic su
[] accanto al titolo.

T 'evoluzione dell'insegnamento e della presentazione della storia, in modo significativo e memorabile, ha compiuto un enorme balzo in avanti. L'uso dei social media permette Storia vivente dell'Illinois e di Chicago ® i membri del gruppo e i non membri Biblioteca di ricerca digitale dell'Illinois History Journal™ per aggiungere alla ricchezza delle presentazioni storiche con la loro conoscenza storica, esperienza personale e documenti di supporto.

LIBRI E FILE DELL'ILLINOIS

100 anni di progresso, la storia centenaria di Anna, IL. pub:1954
Storia di una donna di Pioneer Illinois, di Christiana Holmes Tillson. Pub:1919
Una cronologia della storia dell'Illinois
Posti afroamericani nel XX secolo.
Alton Illinois illustrato. pub:1912
Regione inferiore americana dell'Illinois
La vita dell'esercito di un soldato dell'Illinois, inclusa una registrazione giorno per giorno della marcia di Sherman verso il mare. pub:1906
Belleville, Illinois - Illustrato. pub:1905
Biografia in nero, una storia di Streator, Illinois. pub: 1962
Storia dell'isola blu, 1835-1962. pub: 1962
Broadwell Inn & Taverna, Clayville, Illinois. [costruito nel 1824]
Storia della rasatura in Birmania. Compresi oltre 500 messaggi pubblicitari multi-segno visti sulle autostrade dell'Illinois e degli Stati Uniti.
Storia del centenario dell'Illinois, Volume - 01, 02
Ponte della catena di rocce, Chouteau Island, Illinois.
Clarence Darrow, Cronologia della sua vita e carriera legale.
Storia completa della guerra tra bande del sud dell'Illinois. pub:1927
Costituzione dello Stato dell'Illinois 1818. pub:1819
Centenario di Dwight, 1854-1954: un grande passato - un futuro più grande
East Saint Louis, Illinois: rivolte razziali del 1917
Freeburg, Illinois, Celebrazione del centenario, 1859-1959
Francesi e indiani del fiume Illinois. pub:1874
Guida Galena Illinois. pub:1937
Vecchia palizzata di Galena Illinois utilizzata durante la Guerra del Falco Nero del 1832
Scorci di Prairie du Rocher, Illinois, storia dal 1722 al 1942
Gurdon Saltonstall Hubbard, Autobiografia di Gurdon Saltonstall Hubbard pub:1911
Gurdon Saltonstall Hubbard, Incidenti ed eventi nella vita di Gurdon Saltonstall Hubbard pub:1888
Enciclopedia storica dell'Illinois. pub: 1900
Enciclopedia storica dell'Illinois, con biografie commemorative, Vol 2. pub:1926
Storia di Belleville, Illinois. pub:1951
Storia di East St. Louis. pub: 1875
Storia del Gazette Building a Champaign, Illinois.
Storia dell'Illinois dal suo inizio come stato nel 1818 al 1847 dal governatore Thomas Ford. pub: 1854
Storia di Millstadt, Illinois
Storia di Mokena, Illinois
Storia della servitù dei negri nell'Illinois e dell'agitazione della schiavitù in quello Stato 1719-1864. pub:1904
Storia di New Milford, Illinois, 1835-1975
Storia delle case moderne di Sears e delle case di Sears Honor Bilt.
Storia della città del Cairo, Illinois. pub: 1910
Storia della città di Quincy. Illinois dal generale John Tillson. pub: 1880
Storia della scuola di formazione per infermieri dell'Illinois, 1880-1929. pub: 1930
Storia dell'Illinois meridionale, i suoi progressi storici, le persone, gli interessi principali. pub:1912 - Volumi 01, 02, 03
Storia degli svedesi dell'Illinois. pub:1908
Illinois Crime Survey, dall'Illinois Association for Criminal Justice. pub:1929
Illinois nel 1818, di Solon Justus Buck. pub:1918
Kinsella Log Cabin (a due piani) costruita nel 1854, Fairview Heights, Illinois. [fotografia di N.Gale]
Leggi dell'Illinois, relative a città e villaggi. pub: 1878
Leggi del territorio dell'Illinois, 1809-1818. pub: 1950
La vita di Black Hawk come dettata da lui stesso. pub:1834
Maeystown, Illinois - L'intero villaggio è iscritto nel registro nazionale dei luoghi storici dal 1978.
Madre Bickerdyke, la sua vita e le sue fatiche per il soccorso dei nostri soldati. pub: 1886
Nicholas Jarrot Mansion, Cahokia, Illinois - I più antichi progetti della casa di mattoni dell'Illinois. [completato 1806]
Vecchie case dell'Illinois, di John Drury. pub: 1941
Origini del nuoto nudo nelle scuole pubbliche dell'Illinois.
Pana, Illinois. pub:1913
Panico del 1893 in Illinois e Chicago.
Passato e presente della città di Rockford e della contea di Winnebago, Illinois. pub:1905
Storia pionieristica dell'Illinois contenente la scoperta dal 1673 al 1818. pub:1887
Skokie (Niles Centre), Illinois - Vecchie attività commerciali entro un raggio di un isolato dal centro di Skokie.
Springfield: la casa di Abraham Lincoln. pub:1926
Storia dell'Illinois e della sua gente, pub:1910, Rev. ed.1913
The Early History of Illinois: dalla scoperta da parte dei francesi nel 1673, fino alla cessione alla Gran Bretagna nel 1763.
Il primo colono di Evanston e Wilmette - Antoine Ouilmette 1790-1826.
La vita di Logan Belt, il famoso disperato del sud dell'Illinois. pub: 1888
La Pioneer History of Illinois contenente la scoperta nel 1672.
La rivalità dei villaggi insignificanti: Springfield, Illinois e Sangamo Town Development. 1817-1840
Due ore a Springfield dal dipartimento passeggeri della Chicago and Alton Railroad. pub:1909
Residenza di due anni nella prateria inglese dell'Illinois. pub: 1822
Massacro di Wood River, Illinois del 1814
Zeigler, Illinois. Un respiro lontano dall'essere il Campidoglio della nazione.

CITTA' PERDUTE DELL'ILLINOIS
CONTIENE INSEDIAMENTI (ENTRO I CONFINI ATTUALI DELL'ILLINOIS) A PARTIRE NEL 1673 DAL PAESE ILLINOIS I TERRITORI DEL NORD-OVEST INDIANA E ILLINOIS FINO AI GIORNI OGGI.

LIBRI E FILE DI CHICAGOLAND

Una guida alla città di Chicago, con una mappa della città. pub: 1868. [prima del 1871 Chicago Fire]
55 storie di storia di Chicago di cui probabilmente non eri a conoscenza
American Negro Exposition 1863-1940, dal 4 luglio al 2 settembre 1940, Chicago, IL.
Storia stregata del cimitero di Bachelor's Grove, Midlothian, Illinois
Giorni passati a Chicago Ricordo della "Città Giardino" degli anni Sessanta [1860]. pub: 1910
Capitano Streeter, pioniere. pub:1914 [Quartiere di Streeterville di Chicago]
Storia del cimitero della prima Chicago
Chicago e il vecchio nord-ovest, 1673-1835 (inc. Fort Dearborn). pub:1913
Chicago e la Grande Conflagrazione, pub: 1871
Chicago Antiquities, comprendente oggetti originali, relazioni, lettere, estratti, relativi all'inizio di Chicago. pub: 1881
Chicago City Railways "Il sentiero del carrello" pub:1909
Alluvione di Chicago del 1992.
Chicago agli inizi del 1800, un'area in transizione.
Cowpath del Chicago Loop a 100 W. Monroe - dal 1844
Chicago Map Book di 77 aree comunitarie
Storia, background e organizzazione del Chicago Park District. pub: 1936
Chicago Past and Present un manuale per il cittadino, l'insegnante e lo studente. pub:1906
Chicago Photographers dal 1847 al 1900, come elencato negli elenchi della città di Chicago.
Trasporto pubblico di Chicago - Ferrovie della via.
Guida ufficiale della Chicago Railroad Fair - Wheels a-Rolling, 1948
Guida ufficiale della Chicago Railroad Fair - Wheels a-Rolling, 1949
Nomi e storia della centrale telefonica di Chicago.
Chicago Shelter Cottages - Dopo il grande incendio di Chicago del 1871.
Documento di ridenominazione di Chicago Street del 1909
Documento di rinumerazione di Chicago Street del 1909
Documento di rinumerazione di Chicago Street del 1911 per gli indirizzi di Chicago Loop.
Chicago L'origine e il significato del nome.
Il più grande problema di Chicago, un piano ufficiale. pub:1911
La guerra dei taxi Jitney di Chicago del 1950
Il magnifico melting pot di Chicago (Devon Avenue), American Way - American Airlines. giugno 2015
Il cimitero più piccolo di Chicago, la tomba di Andreas Von Zirngibl.
La storia della ferrovia merci sotterranea di Chicago e la grande alluvione del 1992
Celebrazione del centenario di Des Plaines, Illinois. pub:1935
Dime Museums a Chicago, Illinois [ca. dal 1890 al 1920]
Comunità olandesi di Chicago, pub:1927
Early Chicago: vista da un fumettista. pub:1947
Everleigh Club, Chicago, Illinois - Il bordello più famoso della storia degli Stati Uniti.
Cinque Schlitz Brewery Tied-Houses & One Schlitz Brewery Stable Building costruito tra il 1898 e il 1906 a Chicago.
Quattro più uno (4+1), metà secolo, edifici di appartamenti di media altezza, Chicago, IL.
Blocchi di vetro un'invenzione di Chicago.
Givins Castle, (alias: Irish Castle) 10244 S Longwood Dr, Chicago, IL.
Guida alla città di Chicago, pub:1862
Contesto geografico di Chicago, pub:1926
Storia dei vicoli di Chicago
Storia di Chicago dal primo periodo fino ai giorni nostri, pub:1884 - Volumi 01, 02, 03
Storia dei francobolli sul marciapiede di Chicago
Storia di Chicago: i suoi interessi e l'industria commerciale e manifatturiera. pub: 1862
Storia di Niles, Illinois - Centenario, 1899-1999
Storia del Palatino, Illinois - Libro del Centenario, 1855-1955
Storia della polizia di Chicago: dall'insediamento al 1886. pub:1887
Storia della Società degli Ingegneri Svedesi di Chicago, 1908-1948
Storia dei Cantieri 1865-1953. Chicago Union Stock Yards.
Sentieri e villaggi indiani di Chicago e Cook Dupage Will Contee dell'Illinois 1804
Mappa interattiva di Google dei quartieri di Chicago
Edificio per l'esposizione industriale interstatale, Chicago, Illinois.
Marshall Field Funds and Battles for the Columbian Museum of Chicago
Meigs Field, Chicago, Illinois, Storia dell'aeroporto.
Old Monroe Street, Note sulla Monroe Street dei primi giorni di Chicago. pub:1914
Controllo municipale della tubercolosi a Chicago 1915
Olson Memorial Park, cascata e giardino roccioso, Chicago. (1935-1978)
Oscar Mayer Enterprise. Chicago, Illinois
Esperienze personali durante l'incendio di Chicago. pub: 1871
Piano di Chicago di Daniel H. Burnham. pub:1909
Rialzare le strade di Chicago dal fango nel 1858
Reminiscenze della prima Chicago e dintorni. pub: 1902
Edificio della colonia, Chicago. Costruito nel 1886
Schwinn Bicycle History Arnold, Schwinn and Company, Chicago, IL.
Skokie Swift, L'amica dei pendolari. pub: 1968.
The Alpha Suffrage Record Volume 1, Number 1, 18 marzo 1914 [di "Alpha Suffrage Club" di Chicago]
La storia della vita ebraica a Chicago.
Comune di Jefferson, Illinois. pub:1911
Vent'anni a Hull House di Jane Addams. Pub: 1910
Wau-Bun, il primo giorno nel nord-ovest, di Juliette Augusta Magill Kinzie. pub:1873 [moglie di John H. Kinzie]
Uptown Theatre di Chicago - Programma di apertura -1925
Storia dello smaltimento dei rifiuti di Chicago
Perché le strade di Chicago nord-sud fanno jogging a North Avenue.
La storia di Zenith, una storia dal 1919.


Contiene fotografie della stazione ferroviaria Decateur - Storia

L'introduzione di vari metodi fotografici durante il diciannovesimo secolo ha portato a un uso più ampio del mezzo per catturare immagini della vita quotidiana. Sebbene i soggetti delle fotografie di questa raccolta possano essere cambiati notevolmente o non esistano più, le immagini sono sopravvissute e hanno registrato vedute di persone, luoghi, soggetti quotidiani e persino curiosità in tutto il Texas durante il XIX e il XX secolo.

Ambito e contenuto

La Texas Photographs Collection è costituita da materiali fotografici che documentano vari aspetti della vita e della storia del Texas. Questo in una collezione in corso composta da numerose adesioni. I materiali della collezione sono raggruppati per facilitare l'accesso degli utenti. I materiali sono organizzati in ordine alfabetico all'interno di quattro serie: Luoghi, Persone, Soggetti e Lantern Slides and Negatives. Quando noto, il fotografo è elencato. Questa raccolta è una ricca risorsa di immagini fotografiche che offre un viaggio pittorico attraverso la storia del Texas.


L'incursione di Grierson durante la campagna di Vicksburg

Nei primi mesi del 1863, l'obiettivo primario del maggiore generale degli Stati Uniti Grant era Vicksburg, l'ultima roccaforte confederata sul fiume Mississippi. Se quella città fosse stata presa, il Nord avrebbe controllato l'intero fiume, dividendo a metà la Confederazione. Prima che Grant potesse prendere Vicksburg, tuttavia, doveva arrivarci, il che si stava rivelando un problema molto fastidioso.

Le tre divisioni di Grant si trovavano a nord del loro obiettivo, dalla parte sbagliata del Mississippi. Viaggiare direttamente lungo il fiume avrebbe richiesto di far funzionare le batterie dei ribelli a Vicksburg, qualcosa che Grant esitava a provare. Ma tutti gli altri tentativi di avanzare verso sud, inclusi due tentativi di scavare canali aggirando Vicksburg e due tentativi di forzare il passaggio attraverso le paludi e le baie a est del fiume, erano miseramente falliti.

Infine, la notte del 16 aprile, corazzate e trasporti carichi di rifornimenti passarono davanti ai cannoni di Vicksburg. I cannoni confederati spazzarono via la flotta a vapore, ma solo un trasporto andò perduto. Un'altra corsa di successo è stata completata il 22 aprile. La fanteria di Grant aveva già marciato verso sud, e con rifornimenti e trasporti fluviali ora abbondanti, l'esercito dell'Unione poteva finalmente attraversare la barriera d'acqua.

Una parte importante del piano di Grant era di distrarre il comandante confederato, il tenente generale John C. Pemberton, mentre attraversava il fiume e si voltava per avvicinarsi a Vicksburg da est. Il maggiore generale William T Sherman ebbe un ruolo nel piano: la sua divisione rimase a nord di Vicksburg, manifestando contro i Chickasaw Bluffs. Il comandante confederato locale ha inviato un messaggio in preda al panico a Pemberton, affermando che "il nemico è di fronte a me in forze come non si erano mai viste prima a Vicksburg. Mandami rinforzi. In realtà, Sherman rappresentava solo circa un terzo del comando di Grant e probabilmente non avrebbe potuto prendere i bluff se ci avesse provato. (In effetti, aveva già tentato e fallito nel dicembre precedente.) Tuttavia, Pemberton inviò 3.000 soldati che stavano marciando a sud per opporsi a Grant.

Un altro diversivo, che si sarebbe rivelato un grande successo, fu un raid di cavalleria lanciato nel Mississippi da La Grange, Tennessee, il 17 aprile. Fu l'inizio di 16 giorni di movimento quasi ininterrotto, distruzione diffusa e frequenti battaglie. Alla fine, Grant l'avrebbe descritta accuratamente come una delle più brillanti imprese di cavalleria della guerra.

Grant aveva preso in considerazione per la prima volta un simile raid già nel febbraio 1863, suggerendo di utilizzare una forza volontaria di 500. Man mano che la sua strategia si evolveva, l'importanza del raid aumentava. A metà marzo, la forza dei predoni era stata notevolmente aumentata e la clausola del volontariato era svanita.

L'uomo assegnato a guidare il raid era il colonnello Benjamin H. Grierson, 36 anni, un insegnante di musica del Midwest prebellico che, in tempi meno violenti, aveva viaggiato in varie piccole città organizzando bande amatoriali. In seguito entrò nel settore dei prodotti e, nel 1860, scrisse canzoni per la campagna elettorale per Abraham Lincoln. Quando iniziò la guerra, Grierson si arruolò come soldato semplice nella fanteria. Desiderava molto fare la sua parte di combattimento a piedi mentre era bambino, era stato preso a calci in faccia da un cavallo e nutriva ancora una forte antipatia per le creature equine.

Questo non doveva essere. Nel maggio 1862, Grierson fu nominato maggiore nel 6th Illinois Cavalry. Un uomo con poca esperienza o addestramento militare - e una spiccata antipatia per i cavalli - si sarebbe presto rivelato uno dei più abili condottieri di cavalleria della guerra.

Il raid è iniziato all'alba del 17. Grierson cavalcò a sud di La Grange con 1.700 uomini: il colonnello Reuben Loomis'6th Illinois Cavalry, il colonnello Edward Prince's 7th Illinois Cavalry e il colonnello Edward Hatch's 2nd Iowa Cavalry, insieme a una batteria di sei 2 libbre. Solo Grierson conosceva la portata dei loro ordini, di penetrare in profondità nello stato in mano ai ribelli, tagliare la linea di rifornimento di Pemberton e poi tornare alle linee dell'Unione per la via che sembrava migliore. Per guidarlo, Grierson portò una bussola e una mappa tascabile del Mississippi.

Si sono mossi rapidamente, coprendo 30 miglia il primo giorno. Nel pomeriggio del 18 attraversarono il fiume Tallahatchee in tre punti separati. Un battaglione del 7° Illinois fu il primo a incontrare l'opposizione. Attraversando a New Albany, incontrarono le truppe del sud che tentavano di distruggere il ponte. Gli Illinoisani avanzarono e furono sparati. Si spinsero in avanti e i ribelli in inferiorità numerica furono costretti a fuggire. Il ponte è stato riparato e l'attraversamento fatto.

Sei miglia più in alto del Tallahatchee, anche il 2° Iowa di Hatch incontrò il nemico, che contava circa 200 persone. Hatch combatté schermaglie quel giorno e la mattina successiva. Armati di fucili rotanti Colt, gli uomini di Hatch ne emersero vittoriosi, facendo numerosi prigionieri.

Dopo una notte di piogge torrenziali, il comando si riformò il 19 aprile e proseguì verso sud fino a Ponotoc, dove bruciarono un mulino e di nuovo si scontrarono con i soldati confederati. L'alba del 20 aprile trovò i nordisti a 80 miglia all'interno del territorio confederato, con Grierson che formava i suoi uomini per l'ispezione. Ha eliminato 175 uomini affetti da dissenteria e galle da sella. Chiamandosi la ‘Brigata Quinine, ‘ questi uomini scortarono i prigionieri indietro attraverso Ponotoc quella notte, nella speranza di convincere i Confederati che l'intero comando stava tornando nel Tennessee. Lo stesso Grierson continuò a sud con i due reggimenti dell'Illinois, mentre il 2nd Iowa e un 2-pounder si staccarono e si diressero verso est la mattina successiva, con l'ordine di tagliare la Mobile & Ohio Railroad.

Gli uomini di Hatch arrivarono a Palo Alto quel pomeriggio, allontanando la cavalleria confederata da Grierson. Hatch è stato accolto dal tenente colonnello CR Barteau's 2nd Tennessee Cavalry. Ne seguì una schermaglia e i fucili rotanti degli Iowan diedero nuovamente loro un netto vantaggio. Hatch si ritirò a nord lungo la ferrovia, con Barteau alle calcagna. Ha distrutto i binari a OkoIona e Tupelo. Barteau lo catturò di nuovo vicino a Birmingham il 24 aprile. Dopo una battaglia di due ore, Hatch si ritirò attraverso Camp Creek e bruciò il ponte dietro di lui. Barteau, i suoi uomini esausti e le sue munizioni scarse, rinunciò all'inseguimento.

Hatch tornò a La Grange il 26 aprile, il suo diversivo all'interno di un diversivo un successo strepitoso. He brought with him 600 horses and mules, with about 200 able-bodied civilians to lead them, and claimed 100 Confederate casualties while losing only 10 men himself

Grierson, in the meanwhile, had not been idle. Hatch had drawn away what little cavalry the Confederates had to field in northern Mississippi (most had been detached to General Braxton Bragg in Tennessee), and Grierson’s 950 remaining men could gallop south without worries of pursuit from the rear.

They entered Starkville about 4 p.m. on the 21st, capturing and destroying government property. just south of town, Grierson detached another unit to operate independently. The 7th Illinois’ Company B, under Captain Henry Forbes, moved east, then galloped south down the Mobile & Ohio Railroad. They raided Macon, and despite the tiny size of his command, Forbes demanded that the town of Enterprise surrender to him. Not surprisingly, Rebel troops there refused and Forbes moved on to rejoin Grierson at the Pearl River.

By now, the Confederates were desperate to stop the Union raiders. Thanks to Hatch, Forbes, and the Quinine Brigade, Pemberton was receiving confused and exaggerated reports of Grierson’s strength and position. Lacking sufficient cavalry, he was diverting more and more infantry from Vicksburg and Grand Gulf, where Grant was preparing to cross. An infantry brigade marching to Vicksburg from Alabama was halted at Meridian. Three regiments and supporting artillery were sent to Morton against the possibility that Grierson might turn toward Jackson, Pemberton’s headquarters. Routes north and northwest were blocked by troops at Okolona, Canton and Carthage. Troops as far away as Port Hudson, La., were mobilized against the hard-riding former music teacher.

All was to no avail. It was swift-footed cavalry against slow, plodding infantry. It was impossible for the Confederates to effectively close in on Grierson’s men.

Leaving Starkville, Grierson moved south toward Louisville, Miss. His Illinoisans pushed through a swamp–‘a dismal swamp nearly belly-deep in mud,’ as Grierson later described it–and swam their horses across streams. He detached a battalion to destroy a large tannery and shoe factory. The battalion succeeded, doing an estimated $50,000 in damage.

They pressed on, still moving, with no road visible, through the swamp and water of the Nuxubee River bottom, arriving at Louisville after sunset on the 22nd. Grierson threw out two battalions as pickets, bottling up the citizens to prevent any information about his route from getting out. Still, he showed real concern that Southern civilians and their property be protected, as the orders to the pickets included instructions to ‘drive out stragglers, preserve order, and quiet the fears of the people.’ Considering the behavior of many Union soldiers regarding the South during the war, such concerns were not unfounded. Grierson, though, could later write with justifiable pride that ‘they [the Southerners] were protected in their persons and their property.’ His men passed through Louisville without incident.

They soon struck another swamp and lost several horses to drowning. By midnight, they had reached a plantation 10 miles south of town, halting there until daybreak. They moved past Philadelphia, resting again until 10 o’clock that night. Two battalions of the 7th Illinois then moved on, ordered to pass through Decatur and hit the Southern Railroad at Newton Station, a major supply junction due east of Vicksburg. Grierson followed with the main column an hour later.

Preceding everyone, including the two point battalions, were nine men clad in Confederate uniforms. These volunteer Illinoisans, under the command of Sergeant Richard Surby, had been designated the ‘Butternut Guerrillas’ and were to prove their value as scouts again and again during the raid. This day they seized a telegraph station, preventing a warning of Grierson’s approach.

Grierson arrived at Newton Station around 6 a.m. The advance battalions seized the hamlet and captured two trains. The main column soon joined them. Here was property of legitimate military value, and Grierson had no qualms about laying waste. Two locomotives, 25 freight cars filled with commissary stores and ammunition (including artillery shells intended for the garrison at Vicksburg), were burned, along with additional stores and 500 muskets found in town.

A battalion from the 6th Illinois rode east, destroying bridges, trestleworks and telegraph wire. Seventy-five prisoners were taken, but were soon paroled. Several men found–and inevitably helped themselves to–a supply of whiskey, but all were ready to move out by 2 p.m.

The Federals continued south, soon reaching Garlandville. Here they were met by shotgun-wielding civilians, ‘many of them,’ wrote Grierson, ‘venerable with age.’ The Illinoisans were fired upon and one man was wounded. A quick charge broke up the untrained Southerners, capturing several.

According to Grierson, the prisoners were apologetic, ‘acknowledging their mistake, and declared that they had been grossly deceived as to our real character. One volunteered his services as a guide and upon leaving us declared that hereafter his prayers should be for the Union Army.’ Grierson used this as a sample of the attitudes he encountered among civilians during the raid, describing the ‘hundreds who are skulking and hiding out to avoid conscription, only to await the presence of our arms to sustain them, when they will rise up and declare their principles and thousands who have been deceived upon vindication of our cause would immediately return to loyalty.’

To a point, the attitudes of the citizens of Garlandville must be taken with a grain of salt. They were, after all, surrounded by heavily armed soldiers whom they had very recently shot at and were thus liable to be disagreeable. Still, such dissension did exist in the South throughout the war. Poverty, food shortages, government policies that unfairly favored large plantation owners over poor farmers, destruction of home’s and livelihoods–all this was stripping away loyalty to the Confederacy from many Southerners. The people of Garlandville had been willing to fight to defend their homes, but once they discovered the raiders meant them no harm, the obligation to bear arms against them disappeared. This was not really, as Grierson implied, due to any latent loyalty to the Union, but was rather part of the quite human desire to keep a roof over one’s head and a moderate amount of food in one’s stomach.

The raiders rode another 12 miles, stopping that night on a plantation belonging to a Dr. Mackadora, 50 miles from Newton Station. Newton had been the primary tactical objective of the raid. After leaving there, Grierson had complete discretion as to his route and final destination. The ride south through Garlandville had been to find a spot to rest and forage. His men would not be on the move again until the morning of the 26th. In the meantime, the Butternut Guerrillas were out gathering information about Confederate troop dispositions.

One of the scouts, dressed as a civilian, turned north, back toward the Southern Railroad, to cut the telegraph and perhaps burn a bridge or trestlework. Seven miles from the tracks, he ran into a regiment of Rebel cavalry from Brandon searching for Grierson. They were riding directly toward the Mackadora plantation, but the quick-thinking scout bluffed them. Claiming to have seen the raiders recently, he sent the horsemen galloping off in the wrong direction.

Grierson soon learned that Pemberton had been reinforcing Jackson and points east with infantry and artillery. He decided to move southwest, crossing the Pearl River and hitting the New Orleans, Jackson & Great Northern Railroad at Hazelhurst. From there, he would flank Confederate forces and eventually join Grant at Grand Gulf.

Pemberton, though, had finally guessed correctly regarding Grierson’s intentions. He ordered Maj. Gen. John Bowen, commander of the Grand Gulf garrison, to detach seven Mississippi cavalry companies to intercept the raiders. This, in turn, further weakened Bowen, who would soon be meeting Grant’s far superior force in battle. Pemberton was in a no-win situation. He could hardly allow a thousand enemy troops to romp around behind his lines, but the only way to stop them was by diverting men from strategically vital areas. By now, there was more than a division’s worth of troops scattered about the state hoping to stop Grierson. This, of course, was the primary objective of the raid, beyond damaging Pemberton’s supply line.

Rested and reprovisioned, the raiders set out again at 6 a.m. on April 26. They crossed the Leaf River, burning the bridge behind them. Arriving at Raleigh, they captured the county sheriff and confiscated $3,000 in cash, and then stopped for the night at Westville.

On April 27, the Butternut Guerrillas were again dressed in Confederate uniforms. Moving ahead of the main column, they seized a ferryboat on the Pearl River, presenting Grierson with an easy method of crossing. Reunited here with Forbes’ B Company, the raiders moved on to Hazelhurst. Here a string of boxcars was burned, but the flames spread to nearby buildings and suddenly the whole town was in danger of going up. Grierson set his men to work alongside the townspeople, fighting to save Hazelhurst. A hard rain fell that night, helping to contain the blaze. It was not until well after dark that the Illinoisans could move on. Now their course was due west, toward Grand Gulf.

They continued west on the 28th. A battalion from the 7th Illinois was detached to double back to the railroad, destroying rails, telegraph wire and government property. The main column stopped at a plantation that afternoon, but the break did not prove restful. Without warning, the pickets were fired upon and Rebel horsemen charged forward, their sudden attack panicking many of the Illinoisans.

Grierson led a counterattack, and the Southerners, consisting merely of two understrength companies, were pushed back. The Federals kept pushing, driving the Rebels through the nearby town of Union Church and occupying it that night. The detached battalion rejoined them there.

The attackers were part of Colonel Wirt Adams’ command, the Mississippi cavalrymen detached from Grand Gulf. The bulk of Adams’ men were west of Union Church, waiting to ambush Grierson. A Butternut Guerrilla again saved the day, riding ahead in disguise and speaking with some of the Mississippians. Warned of the ambush, Grierson changed his plans. He made a brief demonstration to the west, then doubled back to the east. His final destination was now Baton Rouge. His men would have to ride an extra 100 miles, but the decision was unavoidable. Adams pursued, staying on Grierson’s tail as far south as Greensburg, La.

Five hundred armed citizens and conscripts awaited the raiders at Brookhaven, a town astride the Great Northern Railroad 20 miles south of Hazelhurst. The raiders charged into town, quickly ending resistance. The town proved to contain a ‘camp of instruction’–what would nowadays be called boot camp. Prisoners were paroled and the camp, along with the railroad and the telegraph was destroyed. Once again, flames jumped onto civilian buildings and once again, despite the loss of precious time, Grierson’s men helped to save a town. The raiders turned south, riding eight more miles before making camp at a plantation.

Elsewhere on the 29th, William Sherman was carrying out his demonstration near Chickasaw Bluffs. Farther south Union gunboats spent six hours bombarding Grand Gulf in preparation of Grant’s crossing. But the Confederate positions remained intact. Grant was forced to move again, intending now to cross at undefended Bruinsburg.

The raiders continued south on April 30, destroying bridges, water tanks and trestleworks, and burning the depot and 15 freight cars at Bogue Chitto Station. They reached Summit as sunset neared. Grierson ordered the destruction of 25 freight cars and a large cache of government sugar, but spared the depot itself. He did not want to risk a fire again spreading into town, and he could not afford to lose more time while his men fought the blaze.

Grierson ordered his men to remount–some were a bit unsteady in the saddle after discovering a supply of rum–and made six more miles before camping. On May 1 they turned west, then south, making a’straight line for Baton Rouge, and let speed be our safety,’ as Grierson phrased it. The raiders were to cover 76 miles in the next 28 hours.

They neared Magnolia and later 0syka, but both towns were bypassed because they contained enemy troops. About noon, they reached Wall’s Bridge across the Tickfaw River. Three companies of the 9th Tennessee Cavalry greeted them there.

Grierson’s lead company suffered eight casualties (accounting for nearly all the battle losses he suffered throughout the raid), but the Illinoisans pressed their attack against their outnumbered foe. The Confederate pickets were captured, then Grierson’s artillery rumbled up and shelled the enemy position across the river. A charge swept the bridge and sent the Tennesseans running, leaving a number of dead, wounded and captured comrades behind.

‘The enemy were now on our track in earnest,’ wrote Grierson. Captured dispatches told him that Rebel troops were closing in from all sides. He continued to gallop south, riding all that night, pushing his exhausted men to their limits. They crossed the Amite River at Williams’ Bridge at midnight, two hours ahead of a heavy column of infantry and artillery.

By now, the Confederates had plenty else to keep them occupied. Grant’s troops crossed the Mississippi on May 1 and were moving up to take Grand Gulf from the rear. Bowen moved his 6,000 available troops to Port Gibson, intercepting Grant. But the unfortunate Bowen, stripped of his cavalry and having received no reinforcements, was outnumbered 4-to-1. He fought all day, inflicting a disproportionate number of casualties, but was inevitably forced to retreat and abandon Port Gibson. Grant, at last, had a secure bridgehead on the east side of the Mississippi.

Grierson’s men reached Sandy Creek at dawn on May 2, surprising and capturing a Southern cavalry unit camped there. The camp, with 150 tents, plus guns, ammunition and documents, was destroyed.

The raiders kept going, surprising another cavalry unit at Roberts’ Ford across the Comite River. After a brief skirmish, 40 Rebels were captured along with their horses and equipment. They forded the river, with many of the horses forced to swim across the deep water.

The men reached their limit just six miles short of Baton Rouge. Grierson called a halt, letting them sleep alongside the road. Grierson himself wound down by playing a piano found in a nearby plantation house, but was interrupted by a picket shouting that they were about to be overrun by Rebels coming at them from the west.

Grierson guessed the identity of the approaching men and rode out to meet them. As he suspected, they were Union cavalry from Baton Rouge, riding out to meet the raiders. Grierson’s exhausted and filthy troops rode into the Louisiana capital at 3 p.m., greeted by cheering soldiers and civilians alike. They paraded around the public square, then found a magnolia grove south of town where they could simply collapse and catch up on two weeks’ worth of sleep.

Grierson’s raiders had traveled more than 600 miles in 16 days, virtually without rest and often limited to one hastily eaten meal per day. One hundred Confederates had been killed or wounded and another 50D had been captured (most of whom were later paroled). The raiders destroyed more than 50 miles of railroad and telegraph, 3,000 stand of arms and thousands of dollars worth of supplies and property. A thousand mules and horses were also captured. In addition, they had tied up virtually all of Pemberton’s cavalry, one-third of his infantry, and at least two regiments of artillery.

All this was accomplished at a cost of only three dead and seven wounded. Five men too sick to continue had been left behind, and nine men, presumed stragglers, were missing. The 7th Illinois’ surgeon and sergeant major stayed behind with a mortally wounded officer at Wall’s Bridge. Added to Hatch’s losses, the casualties numbered 36, only about 2 percent of the total command. Grierson was quite justified when he later remarked, ‘The Confederacy is a hollow shell.’ Rebels in Mississippi, as everywhere else in the South, were spread too thin to do their jobs.

Grierson suddenly and uncomfortably discovered he was a hero. ‘I, like Byron,’ he wrote his wife, Alice, ‘have had to wake up one morning and find myself famous.’ He was sent by steamboat to New Orleans, where he encountered ‘one continuous ovation.’ His picture was featured on the covers of Harper's Weekly e Leslie’s Illustrated. He was breveted to brigadier general and later major general of volunteers.

Grierson continued to serve with distinction, commanding first a division, then a cavalry corps in Tennessee. Despite his continuing distrust of horses, he remained in the Regular Army after the war, battling Indians as a colonel with the 10th U.S. Cavalry. He retired as a brigadier general in 1890 and died in 1911.

Following the raid, Grant continued to advance eastward. Joined by Sherman’s division, he now had 40,000 men in Mississippi. Pemberton had 30,000, but many of them were scattered across the state and he lacked time to concentrate his forces. Bowen was forced to abandon Grand Gulf, and Grant was virtually unopposed as he marched to Jackson, burning that city, and then swung west to besiege Vicksburg. He advanced with a supply line–Grierson had helped to demonstrate that troops could live off the land, appropriating food from farms and plantations as they progressed. It was a lesson dramatically learned and daringly taught–that others would study in the flame-darkened days to come.

This article was written by Tim DeForest and originally appeared in the September 2000 issue of Guerra civile americana.

For more great articles be sure to pick up your copy of Guerra civile americana.


Directory of Railroad Web Sites Hosted at TrainWeb

Note: This is an index to websites actually hosted on the TrainWeb servers. It is not just a list of links to various railroad sites across the web. For links to all railroad websites, please visit: RailSearch.com .

Category Index:
Abandoned Railroads Advocacy Africa Railroads American Flyer Alaska Railroads
American Orient Express Art & Creative Works Asia, China & India Railroads Australia & New Zealand Rail Auto Train
B&O Railroad Battery Operated Train Sets BNSF libri Cajon Pass
Canada Railroads Chessie System Circus Trains Class One Railroads Clubs
Commuter Rail Conferences & Conventions Conrail CSX Derailments
Dome Cars England & UK Railways Europe Railroads Eventi Forum
Garden Railroads GIF GO Transit High Speed Rail Historical Societies
Storia Hobby Hyperloop Incline, Cog & Geared Railways Ireland Railroads
Italy Railroads Kansas City Southern (KCS) Light Rail & Interurbans Lionel Trains Live Steamers
Locomotive Logging & Mining Railroads London Underground & Railways Maintenance of Way (MOW) Mexico Railroads
Model Engineers Model Railroad Associations Model Railroads Modular Railroads Musei
Narrow Gauge Norfolk Southern (NS) Operation Lifesaver Park Trains Fotografie
Fotografia Private Railcars Rail Hotels Rail Restaurants Railfans & Railfanning
Railroadiana & Collectibles Rails To Trails Roster Photos Sicurezza Santa Fe / ATSF
Shortlines Spettacoli Silver Rails Country Slide Shows Sounds: Whistles, Horns, etc.
South Africa Railroads South America Railroads Southern Pacific (SP) Stations & Depots Steam Locomotives
Steam Trains Streetcars Trolleys & PCC Subways & Underground Railroads Talgo Tehachapi Loop
Tourist Railroads Travel Reports & Photos Union Pacific (UP) Webcams Winterail
Yards & Car Shops . . . . . . . . . . . .

Model Railroad Gauges & Scales::
G HO n oh OO S TT Z

Amtrak / VIA Rail Canada Fan Sites:
Amtrak Club Amtrak Travel Reports Amtrak Travel Tips Canada Rail Travel Reports VIA Rail Travel Reports

Web Sites Hosted At TrainWeb Sorted By URL (Web Address)
Click on a letter below to view that directory page:
0-9(2) A(39) B(25) C(95) D(29) E(22)
F(13) G(17) H(16) I(16) J(21) K(19)
L(22) M(42) N(43) O(25) P(27) Q(1)
R(74) S(68) T(53) U(9) V(4) W(42)
X(1) Y(2) Z(3) Tutto Del Removed

Note: This is an index to websites actually hosted on the TrainWeb servers. It is not just a list of links to various railroad sites across the web. For links to all railroad websites, please visit: RailSearch.com .

We are in the process of reviewing and adding short descriptions of each website to the directory. As we examine each web site hosted at TrainWeb.org we are moving those that have not been updated for more than 5 years to TrainWeb.US . That is our archive web hosting platform where we preserve those web sites that still contain interesting photos and historical information.

If you have a website hosted at TrainWeb.org, please be patient. We are trying to review at least 2 websites every day, so check back frequently to see what new websites have been updated in the above directory!

As we examine each website those with the best quality and volume of content will be marked with a star. A filled star (★) highlighted in yellow indicates an active website with recent additions. An empty star (☆) highlighted in orange indicates a website that has not been updated recently, but still has a good volume of quality content. A website highlighted in orange but without a star just indicates that it has been moved to the TrainWeb.US archive, but does not have an extensive amount of information or photos. Websites that are functional but exhibit any sort of serious technical problems will be marked with a ☡ caution symbol. If you are the web master of one of these websites, please correct the problems with your website. A website marked with a Δ is a new website that might not yet have any content posted. Websites marked with a ☓ and highlighted in red are pending deletion due to no content ever having been posted or other serious problems.

If you are the webmaster of one of the archived websites and would like to have your website moved back to TrainWeb.ORG to regain access, please email steve @ trainweb.com.

MEMBERS HELP AREA
Quick answers to some of the common questions we receive.

FREE WEB HOSTING
Create your own website at TrainWeb.org!
CLICK HERE to view the entire TrainWeb.org Facebook Fan Page!


Appreciating the ‘art’ in M-ART-A

Every day, thousands of people use the MARTA rail system headed to work, school, shopping and elsewhere just as envisioned by foresighted leaders back in the 1960’s and 󈨊s.

Conceived in an era where planes had pubs, James Bond was Roger Moore, and the United States was constructing iconic towers like the John Hancock in Boston, World Trade Center in New York, Sears Tower in Chicago and Atlanta’s own Westin Peachtree Plaza, the public spaces of MARTA reflect their time including the provision of art in every station to help patrons pass the time.

Back in 2013, Curbed Atlanta looked at some of the stations, but didn’t delve into some of the specifics of the art work at the stations.

Additionally, with the recent proposed Transit Oriented Developments at Avondale and Edgewood / Candler Park stations, I thought it might be interesting to investigate the art at three stations that opened on initial segment between Avondale and Georgia State in June of 1979 – Avondale, Decatur and Edgewood / Candler Park.

At the Avondale MARTA station, Jim Zambounis’ translucent acrylic panels in gentle pastels is called: “Georgia Landscape” (Photos by John Crocker)

The original end of the line, Avondale station is unique in the MARTA system because it has four sets of tracks. This configuration allows for trains to originate directly from the rail yard just to the east of the station or to continue to/from the 1993 extension to Kensington and Indian Creek stations.

Avondale architecture by Willier-Watz-Diedrich consists of clean lines of concrete and wood that is open on the sides to allow for plantings to provide a view of the changing seasons of Georgia.

The official art work by Jim Zambounis is a series of translucent acrylic panels called in gentle pastels called “Georgia Landscape” placed discretely between the pedestrian bridges leading to the bus transfer area and exit to the north parking lot.

The only true subway station on the initial segment, Decatur suffered through massive disruption during the construction of MARTA. Bbut the result is a station integrated into the downtown fabric of a neighborhood voted one of the top 10 in the United States by the American Planning Association.

Decatur MARTA station’s Westbound Mural by Larry Connaster

Reconstructed in the mid-2000s, in 2015, the entrance to Decatur station off Church Street is an elegant granite clad exterior with playful touches such as old MARTA tokens embedded into the concrete pavers leading to the station entrance.

Inside the station, one is transported back to the 1970s with wood, brick and a reflective ceiling, but attention soon focuses on the two large two story painted masonry murals by Larry Connaster.

These bright pieces with greens, blues and pinks provide a contrast with the brown tile and brick walls and provide two wonderful pieces of public art to contemplate while waiting on the train.

Edgewood / Candler Park

From the outside, Edgewood / Candler Park station is a straightforward concrete structure sitting between DeKalb Avenue and CSX railroad as you approach from either parking lot to access the station.

However, the station contains a few surprises. First, like Inman Park / Reynoldstown and East Lake stations, the pedestrian bridges that cross the road and railroad are completely outside of the paid area meaning that they serve a dual function of access to the station while providing a pedestrian connection between the communities they serve.

Edgewood MARTA Station – architectural firm Mayes Sudderth Ethridge and Cowwel offers artistic twists in the station

Second, on entering the paid area, the grey concrete and brown floor tile is broken by a blue paneled ceiling and the ceramic tile art of Ron Coney on the elevator shaft.

This piece at first seems to be a straight line, but spreads out like a Mayan or Aztec serpent at the platform level.

Not to be outdone, the architects of Mayes Sudderth Ethridge and Cowwel used a similar touch by folding the support column of the skylight on the eastern edge of the platform into curves like a concrete tulip.

Finally, the architects also break up what could be a monotonous and boring platform and ceiling by bending the skylights above the platform creating a visually interesting wave pattern. What at first seems like a concrete box actually holds a few surprises to delight and interest you while waiting for your train.

Hidden in plain sight

These are just three stations from the early MARTA system, but MARTA continues to maintain its commitment to art with the new Buckhead north entrance having a commissioned sculpture.

Next time you are riding MARTA, take a minute and look around and find some of the art and thoughtful architecture that is hidden in plain sight.

More photos of the art in the three MARTA stations:


Depots

    "Of interest in Athens is a nicely restored station turned furniture store, an L&N freight depot in good shape, . ."

"There is a nice Spanish mission style depot at Bridgeport as well as a very small CSX yard here. The depot appears to be in the process of renovation and should be a great attraction when finished. "

"Cullman, AL is also home to a well restored depot."

Hartselle. "There is a nice area for train-watching in downtown Hartselle complete with a well restored depot and freight station."

This is Montgomery's Union Station located on Water Street in the heart of downtown. It was at one time the centerpiece of commerce, and has been restored to it original grandeur. It is now home to the official Hank Williams Museum, as well as a bank and some offices. - Text and graphic by Kyle Kessler.


Guarda il video: La storia della locomotiva a vapore del gruppo 740, la locomotiva dItalia. (Gennaio 2022).