Podcast di storia

Ricordi e lettere del generale Robert E. Lee

 Ricordi e lettere del generale Robert E. Lee

La sua ultima lettera è stata scritta la mattina del giorno in cui è stato colto dal male, il 28 settembre. Era per il signor Tagert, di Baltimora, nella cui casa era stato l'estate precedente. Il suo tono era allegro e speranzoso, e scrisse che era molto meglio e più forte.

"Lexington, Virginia, 28 settembre 1870.

«Mio caro signor Tagart, stamattina mi è giunta la sua nota del 26, e vedo quanto è facile 'invogliarmi a una corrispondenza'. Infatti, quando un uomo desidera fare una cosa, o quando una cosa dà piacere a un uomo, richiede solo una piccola provocazione per indurlo a farlo. Ora volevo sentire come eravate tu e la signora Tagart, cosa stavate facendo e come avevi passato l'estate, e volevo dirtelo. Per questo ti scrivo. In risposta alla tua domanda, rispondo che sto molto meglio. Non so se sia dovuto all'aver visto te e il dottor Buckler l'estate scorsa, o alla mia visita alle sorgenti termali. Forse entrambe le cose. Ma i miei dolori sono minori e le mie forze maggiori. In effetti, suppongo di stare bene come sarò. Sto ancora seguendo le indicazioni del dottor B--- e in pareggio "Potrei migliorare ancora di più. Mi aspetto di dover visitare Baltimora questo autunno, in relazione alla Valley Railroad, e in tal caso spero di vederti, se me lo permetti. Sono lieto di sapere che hai trascorso un'estate piacevole. Colonnello - - e ne avrei avuto uno più gradevole se tu fossi stato con noi all'Hot, e poiché ogni luogo è d'accordo così bene con la signora Tagert, credo k avrebbe potuto godere di buona salute come a Saratoga, e noi avremmo dovuto fare di meglio. Porta i miei più sinceri saluti alla signora Tagart e ricordami a tutti gli amici, in particolare al signor ---. Dillo--- suo fratello sta bene e di bell'aspetto, e spero che studierà, o che i suoi innamorati a Baltimora non si struggeranno per lui a lungo. Il Capitano--- sta bene ed è impegnato, e si unisce ai miei ricordi. La signora Lee e le mie figlie si uniscono a me nei messaggi a te e alla signora Tagart, e io sono veramente tuo, R. E. Lee.

"S.H. Tagart, Esq."

Quando io e mio fratello Fitzhugh abbiamo raggiunto Lexington, mio ​​padre non c'era più. Morì la mattina del nostro arrivo, il 12 ottobre. Apparentemente era migliorato dopo il suo primo attacco, e la convocazione di mio fratello e di me era stata rimandata di giorno in giorno. Dopo che abbiamo iniziato siamo stati ritardati dalle inondazioni, che in quel momento hanno prevalso sullo Stato. Della sua ultima malattia e morte ho saputo dalla mia famiglia.


Guarda il video: Robert E. Lee: We are adrift in a sea of blood (Gennaio 2022).