Guerre

Vietnam War Aircraft: Evolution in Flight

Vietnam War Aircraft: Evolution in Flight

Il seguente articolo sugli aerei della guerra del Vietnam è un estratto di Warren KozakCurtis LeMay: stratega e tattico. È disponibile per l'ordine ora da Amazon e Barnes & Noble.


All'inizio del 1962, gli Stati Uniti avevano 16.000 consiglieri militari che addestravano l'esercito del Vietnam del Sud nella sua lotta contro il Viet Cong e il governo comunista con base ad Hanoi. All'inizio di febbraio, il Pentagono ha istituito una presenza militare permanente negli Stati Uniti a Saigon, il comando di assistenza militare in Vietnam (MACV). La presenza militare degli Stati Uniti in un paese di cui la maggior parte degli americani sapeva ben poco sarebbe cresciuta solo da quel momento in poi.

Ad aprile, il capo dell'aeronautica Curtis LeMay è andato in Vietnam per un tour di ispezione e ha incontrato il capo del MACV, il generale Paul Harkins, e il presidente del Vietnam del Sud, Ngo Dinh Diem. Mentre MACV stava concentrando i suoi sforzi nel sud, LeMay vide che il vero problema stava chiaramente venendo dal nord. LeMay fece la stessa raccomandazione che fece dodici anni prima, per la Corea, se gli Stati Uniti intendessero fermare questa infiltrazione, una massiccia campagna di bombardamenti del Nord farebbe il trucco. LeMay si concentrò sull'impianto portuale di Haiphong, dove arrivavano le armi e i rifornimenti dall'Unione Sovietica, e propose di bombardarlo. Credeva che ciò avrebbe fermato la guerra di guerriglia nel sud, ma il piano era troppo audace per i tentativi che l'amministrazione Kennedy stava compiendo in Vietnam nel 1962.

Vietnam Warcraft: A Focus on Bombers

Dieci anni e 59.000 vite americane dopo, gli Stati Uniti fecero esattamente ciò che LeMay aveva suggerito. Dal 19 al 29 dicembre 1972, l'Aeronautica Militare e la Marina condussero Linebacker II, il più grande bombardamento concentrato dalla seconda guerra mondiale. Il bombardamento della capitale del Vietnam del Nord, Hanoi e del porto di Haiphong è stato condotto da tali aerei della guerra del Vietnam come combattenti tattici, insieme a 741 sortite B-52. Dieci B-52 furono abbattuti, cinque atterrarono in Laos e in Thailandia, trentatré membri dell'equipaggio B-52 furono uccisi, trentatré furono catturati e ventisei furono salvati. Dopo anni di fermate e avviamenti, il massiccio bombardamento degli aerei della guerra del Vietnam spinse finalmente i vietnamiti del nord a dare il via a un accordo negoziato che offrì agli Stati Uniti un modo per districarsi dal suo coinvolgimento torturato.

Decenni dopo, il dibattito politico su questo conflitto rimane irrisolto. L'assistente di Kennedy Ted Sorensen era fortemente in disaccordo con la proposta che il conflitto potesse essere concluso prima se il piano di LeMay fosse stato seguito dieci anni prima: “Non so come si possa dire così tanti anni dopo il fatto, specialmente se si considera che il vietnamita aveva combattuto per la loro indipendenza da sempre e l'idea che alcune bombe ad Hanoi o Haiphong le avrebbero portate al tavolo è ridicola. "

Ma l'ex segretario alla Difesa, James Schlesinger, ha contrastato l'opinione di Sorensen. “È ridicolo, il mito che era una guerra civile. Ciò che distrusse il Vietnam fu che 18 divisioni scesero dal Nord nel 1975. C'era il nazionalismo ad Hanoi ma non al Sud ed era il Nord che imponeva la sua visione sul Sud ". Schlesinger sottolinea inoltre che gli attacchi avevano avuto luogo in precedenza quando LeMay li aveva suggeriti, i missili terra-aria sovietici non sarebbero stati in atto, salvando gli aerei e gli equipaggi statunitensi abbattuti un decennio dopo.

Il Vietnam ha evidenziato la più grande differenza tra la filosofia di guerra di LeMay e quella del segretario alla Difesa Robert McNamara. Il Segretario alla Difesa ha spinto per quella che ha definito la risposta flessibile sin dall'inizio del coinvolgimento degli Stati Uniti nel conflitto: vale a dire, offrire al nemico una via d'uscita; tuttavia, se mostrano aggressività, abbina l'aggressività, ma solo in modo proporzionale. Di conseguenza, l'intero peso delle crescenti forze armate americane non fu mai portato al nord. La terra sarebbe stata combattuta nel sud e poi abbandonata per essere combattuta ancora e ancora, sempre con più vittime. Il Nord verrebbe bombardato e poi i bombardamenti sarebbero fermati. Era una strategia completamente diversa da quella utilizzata dagli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale.

LeMay pensava che la risposta flessibile fosse controintuitiva; correva completamente contro la sua dottrina della guerra. Se non vale la pena vincere una guerra, la risposta di LeMay era semplice: non lasciarti coinvolgere in primo luogo. Di conseguenza, mentre LeMay osservava i livelli delle truppe espandersi insieme alle perdite statunitensi, si arrabbiò sempre di più. Il punto focale di quella rabbia era McNamara. Mentre il conflitto si trascinava, divenne anche furioso con Lyndon Johnson perché credeva che McNamara e LBJ mentissero al popolo americano sulla guerra. Mentre la guerra del Vietnam ha profondamente diviso il paese, creerebbe anche importanti fessure all'interno del governo.


Questo articolo sugli aerei da guerra vietnamiti è tratto dal libroCurtis LeMay: stratega e tattico © 2014 di Warren Kozak. Si prega di utilizzare questi dati per eventuali citazioni di riferimento. Per ordinare questo libro, visitare la sua pagina di vendita online su Amazon e Barnes & Noble.

Puoi anche acquistare il libro facendo clic sui pulsanti a sinistra.